sabato 18 aprile 2015

Ragionando ad alta voce sulla ricerca dell'Esplosione e della Magia nel gioco!

Ragionando ad alta voce sulla ricerca dell'Esplosione e della Magia nel gioco!
Sono diversi giorni che provo a ricostruire come il GDR mi ha catturato quando ero più piccolo! Non mi sto limitando a questo, anche se questo racconto può esser letto come un "amarcord" ha altri obiettivi.

Così mi sono messo a schematizzare l'ingresso in questo meraviglioso mondo e sono venute fuori un sacco di riflessioni che ho deciso di condividere con voi. Ovviamente il tutto fa parte di un progetto che vorrei portare avanti, l'idea è di realizzare un nuovo gioco per i più giovani e queste nozioni saranno molto utili! Allo stesso tempo spero che chi come me passa del tempo a sviluppare giochi, possa trovare spunto e magari far partire una riflessione! Questo articolo è infatti indirizzato soprattutto a voi!

Dove tutto ebbe inizio...
La mia è una folle ricerca come quelle di Indiana Jones, quello che cerco è "L'esplosione e la Magia nel gioco!".

Probabilmente la mia scoperta non può funzionare per tutti! Ognuno di voi in fondo ha avuto la propria Esplosione e ha trovato la Magia in un certo modo nel mondo del gioco!


Quando avevo 5 anni ricordo che trascorrevo ore e ore al mare, ad usare soldatini per raccontare i loro scontri con altri amici. Le regole mancavano, o comunque anche se involontariamente ne introducevamo, ma in generale raccontavamo a nostro modo le vicende dei due eserciti e l'immaginazione volava ben oltre ogni confine!

In una galassia lontana lontana... 1989
Poi mi fu offerto di provare Hero Quest, il mio primo approccio con il mondo dei giochi da tavola, quelli più vicini al Gioco di Ruolo è stato senza ombra di dubbio Hero Quest. In questo gioco avevamo un'avventura da affrontare ognuno di noi aveva da portare avanti un singolo personaggio, era molto vicino al mio giocare a Soldatini, l'immaginazione viaggiava per vie diverse da quelle che poi effettivamente faceva la mia miniatura sul tavolo di gioco! La Strategia, l'Aleatoria iniziano a farsi strada nel modo di approcciarsi al gioco ma l'immaginazione rimaneva catturata all'interno della mia testa anche se visivamente rappresentata da Miniature e Tabellone.

Il primo caldo...
L'estate di quello stesso anno, scoprii per la prima volta il Gioco Di Ruolo, vedevo già giocarci mio fratello più grande, ma potrete immaginare l'emozione di compilare la mia prima scheda! Ed ecco che quello che mi veniva offerto non era tanto avere davanti agli occhi Miniature, Schemi, ma di portare in gioco la mia immaginazione e bastava una mappa disegnata per poterci costruire attorno un intero mondo! E la sensazione di "esplosione" che ricordo piacevolmente di quando ero più piccolo non ha fatto altro che affiorare! Certo ora dovevo sottostare a regole ben precise, che in ogni caso imponevano dei paletti, ma non era molto distante dalla Strategia e l'Aleatoria che avevo già appreso nei giochi da tavola, solo che qui entravo finalmente nella storia! Per la prima volta l'immaginazione era in qualche modo influenzata dalle regole del gioco, qui oltre la Stategia, l'Aleatoria è entrata proprio la Narrazione e la percezione del Gruppo. Per percezione del gruppo intendo il fatto che le mie scelte da personaggio si ripercuotevano su me ma anche sul mio gruppo di gioco. Ma alla fine queste parti non erano regolamentate bene come la parte meccanica e per quanto funzionava, personalmente ho sempre sentito la mancanza di qualcosa anche se la semplicità aiutava non poco. Il primo D&D aveva un grosso pregio, era molto molto semplice, come tale riuscivi da solo a mettere in gioco con poca difficoltà anche la parte Narrativa, si creavano involontariamente regole "non dette" su come fare ad interpretare il proprio personaggio.

Simulazione all'estremo... per calarsi meglio nel mondo...
Gli anni passano, Giovanni cresce (pubblicità progresso ahah). Parto alla ricerca di questa mancanza, inizialmente inforcando l'idea della super simulazione, non per cercare il realismo delle azioni, non per cercare la sensazione di vivere una vita virtuale la mia idea era quella che se riportavo fedelmente la fisica di un mondo "creato"involontariamente tutti nel gruppo dovevamo sottostarne e avremmo potuto vivere insieme l'esplosione!

L'esplosione per me è stata la scoperta del Gioco e principalmente in questi anni ho sempre cercato di riottenere quella sensazione, ammetto che per un periodo della mia vita avevo dimenticato questa chiave di lettura!

Portandomi a fare grossi errori nello sviluppo dei miei giochi, in sostanza i miei giochi funzionavano solo in funzione del fatto che io fossi fisicamente presente al tavolo! Se non ero presente la magia svaniva e il gioco diventava quello che effettivamente era un'accozzaglia alla meno peggio organizzata! Sono sicuro che molti di voi che si sono lanciati a scrivere un Gioco di Ruolo sono capitati in questa sensazione.

La saggezza del tempo...
Ho impiegato diversi anni a capire in cosa sbagliavo! In tutto questo marasma avevo dimenticato l'esplosione, avevo dimenticato la magia e che non è di certo un sistema di regole ultra dettagliato ad averla scatenata nella mia testa (ma al massimo ne è una parte). Da quel giorno ho preso a ridisegnare i miei giochi in modo diverso!  Non importa il livello di dettaglio del gioco, quello è a discrezione dei propri gusti, puoi fare anche un gioco iper dettagliato, oppure un gioco con due regole in croce, la cosa fondamentale è che non tralasci in modo assoluto quello che vuoi far vivere ai giocatori "la Magia".  Dare indicazioni, creare meccaniche che messe in gioco non abbiano solo un effetto sul Mondo di gioco, sul Gruppo ma anche sul Giocatore stesso perché possa provare le stesse sensazioni che tu hai progettato!

Se il Gioco Di Ruolo fosse il genere che è arrivato prima del Gioco Da Tavola?
Da qui fra me e me, sono sorte anche teorie, e se fosse il Gioco di Ruolo il vero contenitore dei Giochi da Tavola come genere? Ho sempre considerato il Gioco Di Ruolo come un sotto genere del gioco da tavola, se analizziamo i numeri, interesse è assolutamente così. Ma se andassimo a guardare da un punto di vista più alto, alla fine il Gioco Di Ruolo è un contenitore più ampio se vogliamo del Gioco Da Tavola e alla fine non si discosta molto da quel mondo immaginato quando eravamo piccoli! Anche se si dovremmo fare un piccolo strappo che raccontare storie, con soldatini al mare sia scimmiottare proprio un gioco di ruolo... 

Gli ingredienti... 
Forse sono partito in questa ricerca sperando di trovare una via, ma molto probabilmente tante risposte sono nel mio percorso, e da li che dovrò trovare gli ingredienti per accendere l'Esplosione e far comparire la Magia!

Questa analisi mi ha permesso oggi di avere in mente, tanti strumenti, tanti aggettivi per ricreare la Magia e sono fatti di Immagini, Strategia, Aleatoria, Gruppo, Narrazione, Collaborazione, Volontà e Competitività! Ognuna di esse andrebbe in qualche modo valorizzata e pare evidente che ogni Età vede meglio accendersi uno o più di questi valori! Ma può la mia combinazione di ingredienti donare le stesse sensazioni e far partire la scoperta in un nuovo bambino? 

Questo è un ragionamento ad alta voce, una riflessione sulla quale porto avanti il mio modo di scrivere giochi e di sperimentare questo splendido Hobby alla ricerca dell'Esplosione e della Magia nel gioco!  Quale è stata per voi la vostra Esplosione e dove avete trovato la Magia nel gioco? 

Se siete arrivati alla fine del mio articolo, fate un ultimo sforzo aiutandoci a condividerlo e cliccando su +1 e Mi Piace!

Sostieni Vas Quas Editrice

Sostieni Vas Quas Editrice
Acquista i nostri giochi su DriveThruRPG