martedì 14 aprile 2015

Portare i giochi Italiani all'estero! Non è facile!

Portare i giochi Italiani all'estero! Non è facile!
Il Mio Fantasy GDR - Vas Quas Editrice

Questo articolo vuole essere un mio aiuto a chiunque voglia portare il proprio gioco all'estero. In questi anni come Vas Quas Editirce sono riuscito a portare all'estero diversi giochi, ma ammetto che le difficoltà sono tante. E' anche vero che il mercato estero è decisamente più grande di quello Italiano, anche se lo stesso mercato è molto più affollato e basta una mossa falsa per farvi perdere l'occasione di almeno recuperare immediatamente i costi di produzione! Questo articolo penso possa darvi una mano a capire dove iniziare e cercare di evitare passi falsi!
My Fantasy RPG - Vas Quas Editrice
  • Grande investimento massima resa: Se volete il massimo della resa, dovete tradurre il gioco in Inglese in modo che sia comprensibile, successivamente pagare qualcuno madrelingua per scrivere il gioco per voi in inglese (un ghostwriter), con ovviamente la successiva necessità di individuare un Editor inglese che corregga il testo del nuovo manuale. La scelta del ghostwriter non è facilissima, considerando che stiamo scrivendo giochi di ruolo e il nostro ghostwriter deve avere un minimo di conoscenza di questo ambito altrimenti rischiate di fargli scrivere termini che nel mondo del GDR estero non sono usati. In questo caso, affidandovi a professionisti, potete stare tranquilli! Non scordatevi nemmeno di specificare quale è la fascia di età di interesse di chi dovrà leggere il vostro manuale, ci sono differenze sostanziali nell'inglese da usare.  Considerate che un costo accessibile per cartella è circa 30/40 euro: "sto parlando comunque di prezzi bassi", più il costo dell'Editor.
  • In Trappola - Vas Quas Editrice
  • Sono un piccolo produttore: Se siete un piccolo produttore Indy, dovrete purtroppo di cosa scendere a compromessi. Si cerca un traduttore valido in Italia e poi con l'aiuto di proofreader di madre lingua si cerca di rendere il testo almeno in inglese corretto. Ma nonostante questo sforzo enorme, troverete sicuro qualcuno che primo o poi vi dirà che la vostra traduzione non gli piace! Il problema è di stile, perché ovviamente frasi che in Italiano funzionano in Inglese/Americano non funzionano (a volte ci sono differenze anche fra Inglese UK e Inglese US). All'estero ci sono davvero diecimila stili diversi di GDR e modi di scriverli, e che molti non ameranno il vostro stile e la torta è fatta. Anche qui i prezzi sono molto variabili, riuscirete magari a pagare un poco meno la traduzione e se avete la fortuna di avere amici madrelingua qualcuno vi aiuterà anche con il testo. Ma ovviamente non potete aspettarvi miracoli e in ogni caso per quanto sia grammaticalmente corretto il vostro testo avrà sempre uno stile facilmente "percepibile" da chi è di madre lingua.
Farsi conoscere, che metodi sto utilizzando?
All'estero un gioco che va bene, può arrivare velocemente a fare 600 copie in meno di un mese! Poi questo numero, continuerà a crescere nei mesi successivi. Sono numeri molto alti, ma state anche attenti al fatto che così tante vendite in poco tempo, significa ricevere decine di email al giorno da clienti che vogliono magari avere chiarimenti su parti di manuale. Non sottovalutate questo lavoro!
 
Trapped - Vas Quas Editrice
Ovviamente non è facile, perché se non siete presenti all'estero fisicamente alle CON, non siete presenti alle numerose Fiere, alle solite sarete visibili solo su Internet e nel marasma di giochi che escono oggi è davvero dura: tenete d'occhio la pagina di drivethrurpg e delle novità per una settimana, vi stupirete di quanto fermento ci sia nel mondo dei GDR.  Ovviamente il mio consiglio è quello di cercare le folte comunity di Giochi di Ruolo Estere, in particolare vi segnalo assolutamente su G+ Tabletop Roleplaying Games con quasi 15.000 utenti si avete letto bene:
https://plus.google.com/communities/107422815813208456454

Esiste un corrispettivo stesso nome anche su Facebook (mi sfugge ora il link), ma lo trovate cercando quel nome di comunity e la comunity di Story-Games di G+ che è poi la stessa dell'omonimo forum:
www.story-games.com

Anche su RPG.net è bene parlare dei vostri giochi nei forum!

Insomma all'estero ci sono davvero tantissime opportunità di farsi conoscere, ma aggiunge lavoro al già pesante lavoro che dovete fare in Italia. Valutate bene cosa volete ottenere!

Dove vendere?
Per quanto riguarda le vostre copie digitali dei giochi, lo store migliore è senza ombra di dubbito Drivethru RPG, lo store ha migliaia di utenti da tutti il mondo e una buona interfaccia anche per gestire a pubblicità dei vostri giochi! Mi raccomando molta attenzione al lancio, in quel periodo il vostro gioco sarà in prima pagina e saranno centinaia i click che arriveranno sulla pagina del vostro gioco e dovrete catturare quanti più clienti possibili già in questa prima fase, perché poi vi permetterà di ricevere Review, esser visti da altri utenti e partità il passa parola!

Io per ora continuo ad usare per i cartacei Lulu.com che vende ovviamente anche all'estero, la questione è che la stampa di Drivethru RPG mi pare leggermente inferiore almeno sui formati base in bianco e nero, ma oggi esistono varie altre opzioni di stampa con qualità superiore diponibili. Fate attenzione però perché i loro formati non sono tutti europei, quindi assicuratevi prima di impaginare il manuale che il formato del vostro manuale in inglese sia corretto (è ovvio, ma se venite da un'edizione Italiana A4 piuttosto che A5, potreste avere qualche sopresa!).

Attenzione ogni Nazione ha le sue regole:
Fate anche molta attenzione a quello che pubblicate, basta un'immagine troppo forte per scatenarvi addosso l'intera opinione pubblica! A volte tutto questo interesse potrebbe anche portarvi ad un grosso successo, ma molto spesso è proprio la fine della vostra attività! Difficilissima da gestire. Per questo è fondamentale qualsiasi strada scegliate che vi rivolgiate ad amici Madre Lingua di più Nazioni in modo che possano darvi una mano in questo senso.

Cartooner RPG - Vas Quas Editrice
  • Il mio consiglio è: se sei una Casa Editrice, vuoi puntare all'estero puntate al primo caso è il metodo migliore per portare all'estero un vostro gioco. 
  • Se siete un piccolo produttore Indy potete accontentarvi di tradurre nel secondo metodo, ma ovviamente deve esser ben chiaro che qualche critica primo o poi arriverà. 
Assicuratevi però che il problema sia solo un problema di stile, che può piacere o meno e fatelo chiedendo l'aiuto alla bellissima comunity Indy estera! Garantite poi ai vostri amici esteri il massimo dell'assistenza possibile.

Che collaboratori ci consigli?
Per quanto mi riguarda non posso fare altro che consigliarvi uno qualsiasi dei miei collaboratori, perché tutti hanno fatto un egregio lavoro: http://quanteidee.blogspot.it/2015/03/come-aiutare-vas-quas-cerchi.html

Seppur breve, penso che questo articolo possa aiutarvi a mettervi in gioco anche all'estero! Per altri consigli sono sempre qui! Se ritieni di poter contribuire in qualche modo a questo articolo, contattami! Se stai per lanciarti nella via della pubblicazione di un Gioco di Ruolo potrebbe interesarti anche questo articolo.

Se siamo riusciti a darti una mano e chiarirti le idee, aiutami a condividerlo con i tuoi amici, clicca su +1 o Mi Piace!

Sostieni Vas Quas Editrice

Sostieni Vas Quas Editrice
Acquista i nostri giochi su DriveThruRPG