giovedì 6 giugno 2013

GM al giorno d'oggi vale la pena tirare dadi per arrampicarsi su un albero?

GM al giorno d'oggi vale la pena tirare per arrampicarsi su un albero?
Partiamo dal presupposto che il regolamento ci dice in modo preciso quanti metri saltiamo, quanti metri corriamo, etc...etc... Ma avete tutta questa voglia di tirare per sapere se il vostro personaggio ce la fa a saltare un tronco? (Scrivo oggi gli articoli quando ho un momento di lucidità e li programmo... scusate se non vi risponderò subito in email...). Non hanno lo scopo di creare polemica, sono più per il mio gruppo, per chi mi segue e gioca i nostri giochi che per altri! Se vi sentite toccati, avete voglia di fare flame, fatelo dopo aver acquistato uno dei nostri giochi e averli provati. 

So già che molti di voi risponderanno che fanno tirare il salto del tronco solo quando è necessario, ma chi è a deciderlo? Il regolamento, oppure voi come GM? 

E' chiaro che se a sceglierlo è il GM questo funziona fino a quando tutti i giocatori sono d'accordo, nel momento in cui anche uno solo dei giocatori non la pensa come voi, succede un casino al tavolo! "Perché l'altra volta non ho tirato e ora si?", oppure "Ma l'altra volta mi hai fatto tirare solo per vedere ...", senza ombra di dubbio questo accade con il gruppo non giusto, sempre senza ombra di dubbio accade perché un giocatore è pulcioso, ma aggiungo che accade anche per colpa del gioco che da questa possibilità/responsabilità al GM. Sono sicuro che a molti di voi è capitata questa cosa, se non è capitata bene siete "fortunati", tenetevi stretti i vostri amici di gioco! Io che ho giocato dal 1988 ad oggi non so in quanti gruppi diversi, posso dirvi che nel 50% dei casi mi sono trovato in situazioni simili.

Ma per cosa vale la pena tirare dadi? 
Io direi che in prmis dipende dal gioco, solo fra i nostri ne troverete di profondamente diversi e tirerete per motivi anche profondamente diversi. Prendo in esame Forest Keeper, perché? Perché è un gioco assolutamente classico per molti aspetti, non lo è ovviamente per tutto quello che lo ha reso coerente! Se non lo avete provato non potrete giudicarlo bene, vi invito a farlo (tanto una copia di Forest Keeper si trova facilmente), se non lo trovate contattatemi (ve la offrirò senza problemi). 

Quando ho progettato Forest Keeper uno dei punti in cui ho lavorato maggiormente è stato proprio quello di far tirare quando era necessario e dare un perfetto strumento al GM che non fosse basato sulla sua buona volontà o esperienza.

1) In Forest Keeper inserire un ostacolo consuma risorse: 
Sono preziose le sprechereste per far tirare al gruppo il salto del fosso? Non conviene mantenerle per descrivere davvero una scena Figa o magari per qualcosa che è il giocatore stesso a richiedervi? 

2) In Forest Keeper le difficoltà sono legate al reale potenziale del gruppo: 
Sai precisamente cos'è una prova difficile per il gruppo e cos'è una prova facile per il gruppo e più alzi la difficoltà più sprechi Risorse, più premio riceverà il gruppo in cambio se la supera! Questo meccanismo permette al GM di stimare facilmente l'importanza di un lancio di dado e al gruppo se vale la pena affrontarlo. Già perché avranno sempre una seconda via per oltrepassarlo!

Il meccanismo finale è ovviamente molto semplice, questo vi consente di creare ostacoli real time, legati alle volontà del gruppo e ovviamente alle vostre strategie per vincere! Voi risponderete che è questione di gusto, in parte ovviamente lo è, ma un nuovo GM che non ha mai giocato ad altro, non pensate possa essere avvantaggiato da un sistema simile? Che lo aiuta a capire anche meccanicamente come e perché conviene far tirare per altro, piuttosto che un banale salto del fosso (che non aggiunge niente alla fiction).

Sostieni Vas Quas Editrice

Sostieni Vas Quas Editrice
Acquista i nostri giochi su DriveThruRPG