SON OF THE GODS esempio di gioco parte prima

SON OF THE GODS ESEMPIO DI GIOCO parte prima
In questo primo episodio vi mostreremo il setup di gioco del nostro nuovo gioco di ruolo Son Of The Gods! Pronti?

Giovanni, Luca e Simona si incontrano per giocare a SON OF THE GODS.
SON OF THE GODS il nuovo gioco di ruolo Vas Quas Editrice


Giovanni, come sempre negli esempi, fa il GM. 

Un buon consiglio, prima di giocare a SON OF THE GODS, è di chiedere ai giocatori, qualche giorno prima, di guardarsi gli Archetipi e di iniziare a pensare al proprio personaggio. Questo velocizzerà il setup iniziale di gioco, qualora non vogliate passare la prima sessione a farlo, anche se qualora sceglieste questa strada comunque nella prima sessione dovrete poi parlare dei vostri personaggi e definirli meglio con l'aiuto del GM.

PENNELLARE IL MONDO
La prima cosa che il gruppo si trova a scegliere è il mondo di gioco. Non serve definirlo nei dettagli, è
sufficiente che sia delineato a grandi linee.

Giovanni: <<Simona, allora che vogliamo giocare? Giochiamo al giorno d’oggi? Passato? Mondo immaginario?>>.

Simona: <<Andiamo di ambientazione ai giorni nostri!>>.

Luca: <<Ok per me, però andrei in qualche città estera, così non serve che siamo precisi nelle descrizioni!>>.
Giovanni: <<La grande mela?>>.
Simona e Luca: <<Bene!>>.

Questa è una citazione Biblica! 

SCEGLIERE GLI ARCHETIPI
La creazione del protagonista avviene come un dialogo fra GM e gruppo. In questo esempio vedremo nel dettaglio la creazione del Personaggio di Simona.

Simona: <<Devo scegliere chi ero e cosa sono diventata, vero?>>.

GM: <<Esatto, nel farlo sceglierai la tua parte di UOMO e quella di DIO.>>.

Simona: <<Ma se volessi che il mio personaggio avesse un doppio fine, sarebbe possibile?>>.

GM: <<Hai letto il manuale, eh? La tua “impresa personale” può essere contraria al gruppo. In quelle scene nessuno si può intromettere: sei tu a sceglierne l’evoluzione, che è comunque gestita meccanicamente dal gioco.>>.

Simona: <<Ok, allora vorrei prendere un archetipo UOMO Cavaliere e DIO Signore dell'Oscurità.>>.

GM: <<Wow, dimmi di più della tua scelta!>>.

Simona: <<Sono un ex poliziotto, lavoravo per le strade di Manhattan. Per anni ho dato la caccia ad un criminale senza scrupoli che prendeva di mira proprio noi, è stata la missione della mia vita. Il giorno che sono riuscito a capire chi era, purtroppo è stato anche il mio ultimo giorno da “uomo”: il Killer si è rivelato essere una divinità malvagia proveniente dalle porte dell’Ade, che mi ha rubato l’anima e trasformato in un semidio oscuro.>>.

GM: <<Credo che possiamo già parlare del Sentiero che intendi intraprendere. Accetti di diventare un DIO oppure vuoi tornare UOMO?>>.

Simona: <<Sono in realtà indecisa! Vorrei tornare UOMO, ma in fondo poi non potrei nulla contro quell'essere… Voglio diventare un DIO al servizio dell’intera umanità!>>.

GM: <<Prima di capire qual è la tua impresa personale, anche se in parte ce l’hai già suggerita, scegli i 
Talenti del tuo personaggio. Prendi ovviamente spunto da quelli che trovi nel manuale e, se ne volessi creare di tuoi, ricordati che non devono dirci cosa sai fare, ma in che situazione ti possano aiutare. Ad esempio, “sparare” non va bene, mentre "se sono accerchiata so come togliermi dai guai” sì. Oppure potresti legarli al tuo carattere, al tuo modo di affrontare certe situazioni: “Ho coraggio da vendere, non c’è nulla che possa spaventarmi, o spingermi a non andare avanti.!”>>.
Simona: <<Come talenti scelgo: “Sempre pronto a sacrificarmi per qualcosa o qualcuno a cui tengo” e “Calma”.>>.

GM: <<Molto bene! Ora invece dovrai spiegarmi come hai ottenuto l’ “Oggetto speciale”. Come sai, in questo gioco non esistono equipaggiamenti; hai tutto quello che vuoi, sei un Semidio! Hai, però, qualcosa di speciale, di unico.>>

Simona: <<Quando l’essere malvagio, senza che io potessi fare niente, mi ha rubato l’anima, mi sono sentita inerme, poi al mio risveglio ho trovato, vicino a me, un Gatto Nero dagli occhi color oro.>>.

GM: <<E quali poteri ti dona il gatto? Ovviamente devono essere legati al tipo di divinità che sei diventata.>>.
Simona: <<Questi sono i poteri, giusto?>>.

GM: <<Occhio, tu come divinità Oscura hai già sicuramente controllo sulle anime dei morti, ad esempio. Hai tuoi i poteri che il tuo Archetipo ti da; l’oggetto speciale ti dona semplicemente poteri specifici, nei quali sei più “potente”.>>.

Simona: <<Allora “Occhio dell’anima: so se stai mentendo” e “Richiamo dell’ombra: evoca anime dannate urlanti”.>>.

GM: <<Ho come il sospetto che ne vedremo delle belle. A questo punto vai di Impresa!>>.
Simona: <<La divinità oscura ha la mia anima. Se la rivoglio indietro il mio compito è aprire le porte dell’Ade e far si che i morti possano invadere il regno dei vivi!>>.

GM: <<E allora cosa farai? Sarà questa la tua Impresa, oppure ti ci opporrai, magari cercando di riprendere la tua anima da sola? D’altronde ora sei un essere Oscuro, avrebbe anche senso voler liberare i morti!>>.

Simona: <<Ma sì, facciamolo! Credo sarà molto interessante!>>.

GM: <<Sì, vedere cosa ne verrà fuori sarà molto, molto interessante!>>.

Ovviamente Simona ha descritto il suo personaggio e ha assegnato un nome al suo PG. Rachel è così nata. Prima che vengano introdotti i Sentimenti di Ira e di Benevolenza, è necessario che tutti i giocatori abbiano preparato i personaggi fino a questo punto. Continuiamo quindi con Luca Luca sceglie Incarnato come UOMO e l’Illuminato come DIO.

Luca: <<Da uomo ero una nullità. Lavoravo per una grossa multinazionale edile. Ho trascorso la mia vita dietro scartoffie e giornate tutte uguali. Poi, però, le cose sono cambiate. Un giorno, durante alcune riunioni, ho scoperto che la mia società stava portando avanti degli imbrogli verso la città di Manhattan, a discapito dei poveri cittadini. Quel giorno, per la prima volta, il mio corpo ha preso a brillare come il sole. 

La luce era talmente folgorante che nessuno, nell’ufficio, capiva bene cosa stesse succedendo. Molti pensarono ad un lampo o qualcosa di simile, invece, in quei pochi istanti, io sono stato battezzato con la luce stessa delle stelle, e da nullità sono diventato un Dio. 

Come Talenti scelgo “Coraggio da Vendere” e "Spaccherei tutto per ottenere ciò che voglio”.
Come Oggetto Speciale ho un ciondolo, comparso al mio collo, che posso vedere solo io. Raffigura il “SOLE”, la nostra stella, e i suoi poteri sono “La luce pura che acceca” e “Il calore delle stelle”, che può sciogliere e incenerire qualsiasi cosa. 

Scelgo il sentiero dell’Uomo: voglio essere migliore di ciò che ero. Ora so qual è il mio compito, e una volta compiuto il mio mandato Divino tornerò alla mia vita, diverso. Il mio personaggio si chiamerà Alexander.

Come impresa personale scelgo “Fermare la corporazione per cui lavoravo: è guidata da esseri divini che vogliono la fine di questo mondo.”>>.

GM: <<Bene! Prima di definire i Sentimenti, iniziamo a delineare il Fine di Gruppo. Il Fine di gruppo è qualcosa che vi unirà, che dovrete affrontare insieme e che vi sarà utile per portare avanti anche le vostre imprese personali. È così che vi guadagnerete il favore degli Dei e dei Mortali. Innanzitutto non sappiamo cosa sia esattamente. Voi avete solo visto dei segni, riconoscendo, ad esempio, qualcosa che sta minacciando il mondo.>>.

Luca: <<Ero per strada e di colpo si è fatta notte, una sorta di lunga eclissi mai vista prima.>>.

Simona: <<L’oscurità è ciò di cui mi nutro, ma questa non è opera di Ade! Stranamente vedo le anime concentrarsi verso un grosso grattacielo sulla Quinta Strada.>>, il GM, infine, complicando quanto detto da Luca e Simona: <<I mortali sembrano però non accorgersi di quello che sta accadendo. Ok, per iniziare è sufficiente; avremo modo poi di capire meglio di cosa si tratti. Ci sarà però utile nel creare i Sentimenti.>>.

GM: <<Simona, tu hai scelto il Sentiero del Dio, quindi dovrai creare 3 Sentimenti di Ira e 2 Sentimenti di Benevolenza.>>.

Simona: <<Sentimenti di Ira: “L’odio profondo per colui che mi ha reso una divinità oscura”. “Quella volta che dovetti infrangere la legge per assicurare un criminale alla giustizia”. “Forse ho peccato e per questo ho meritato la tortura eterna”.>>.

GM: <<Uno dei Sentimenti di benevolenza è con il personaggio di Luca, ovviamente sceglierete insieme come vi siete conosciuti. Potrebbe essere anche questa l’occasione per partire per il Fine di gruppo, oppure potreste esservi incontrati precedentemente, e magari ora avete un Fine comune.>>.

Simona: <<Sentimenti di Benevolenza: “Sono legata ad Alexander, perché la prima volta in cui l’ho visto ho riconosciuto in lui il buono che in me non c’era più.>>.

Luca: <<Io, invece, non ho visto niente di buono in lei. Certo, sei un’oscura, Rachel! Poi, quando mi hai aiutato a fermare quel treno che aveva deragliato, in cui sarebbero morte centinaia di persone, ho cambiato idea!>>.

Simona: <<ok, mi sembra perfetto!>>.

GM: <<Luce e Oscurità pure… bella combinazione estrema!>>

Simona: <<Secondo Sentimento con la Benevolenza, “Spezzerò le mie catene”.>>.

GM: <<Luca, nel tuo caso hai scelto il sentiero dell’Uomo, quindi dovrai scegliere 2 Sentimenti di Ira e 3 Sentimenti di Benevolenza.>>.

Luca:<<Ira, “Non voglio tornare alla mia insulsa vita da impiegato”, e “Non mi ero accorto di far parte di una società criminale”. Benevolenza, invece: con Rachel… “Sono attratto da lei”, poi "Voglio diventare un Uomo migliore” e “L’affetto che ho sempre provato verso gli ultimi”.

GM <<Il Setup del gioco è finito! Ora si entra nel vivo :-D. Dove inizi la prima scena lo definite voi(Ehi, se i vostri “semidei” sono timidi o alle prime armi con l’impostare una scena, aiutateli dandogli degli spunti e lasciando sempre l’ultima parola a loro.). Prima, però, dobbiamo avere chiaro il primo obiettivo.>>.

Luca: <<Capire che diavolo sta succedendo!>>. 

GM: <<Se l’obiettivo è ok, da dove partiamo?>>.

Simona: <<Per me è ok, e partiamo ai piedi del grattacielo!>>. 

Il Setup di quest'avventura a SON OF THE GODS è ultimato! Nel prossimo articolo giocheremo la Prima Scena del primo Fine di gruppo e la trovi qui

Commenti